Numeri

Ariete ascendente in Scorpione

Ariete Ascendente Scorpione

Un Ariete con ascendente in Scorpione è una persona dinamica e con una grande capacità di fronteggiare le situazioni.

Ha davvero una personalità molto forte. Può avere molta energia e aggressività, e se questo non viene incanalato in attività che le sfoghino in modo altruistico, potrebbero riversarsi all’interno, sotto forma di una malattia o autodistruzione.

A volte è radicale nelle sue decisioni e scelte. Mostra un’aria fredda e dura, a malapena accessibile, ma dietro questa maschera c’è una persona appassionata.

Ampio ed eccessivo, non c’è via di mezzo quando si tratta di questo nativo. Con un’energia doppiamente governata da Marte, affronta chiunque e riesce a raggiungere tutto ciò a cui aspira.

Prepotente e impetuoso, è un maestro del proprio autocontrollo, che può spingere i più spensierati nella follia.

Caratteristiche degli ascendenti Scorpione

Chiunque sia nato con un ascendente Scorpione è una persona misteriosa, che di solito gli altri hanno difficoltà a capire.

A prima vista, è freddo, riservato e sembra passare inosservato. Tuttavia, quando le persone acquisiscono la loro fiducia, diventano sempre più affettuose, affabili, mostrandosi persino estroverse se si sentono in un ambiente accogliente.

Quando si innamora è intenso, dominante e possessivo, ma anche molto fedele. Le relazioni intime non sono solo necessarie ma vitali: quando incontra qualcuno di cui si fida abbastanza da donarsi, diventa un amante meraviglioso.

L’amore per i bambini è una delle cose più importanti della sua vita e per loro è capace di tutto. Professionalmente, apprezzerà i lavori che  consentono di approfondire la ricerca e il potere della leadership.

Gli piacciono le professioni che permettono loro di analizzare a fondo e in cui possono mostrare le loro abilità. Come dipendenti, sono persone molto intuitive e si sforzano di fare tutto il lavoro che gli viene chiesto di fare, ma a loro piace farlo a modo loro, per dargli un tocco personale.

Non amano però essere disturbati mentre fanno il loro lavoro, né ricevere ordini.